Cos'era la rotta delle spezie?

lunedì, 18 luglio 2016

Cos'era la rotta delle spezie?

Nel tardo Medioevo le spezie più esotiche venivano trasportate dall'Asia in Europa. Dato che queste spezie esotiche, avevano un valore commerciale immenso, gli esploratori cercavano di trovare nuove rotte più econimiche. In questo modo è stata scoperta la rotta delle spezie! 

Sotto il nome avventuroso della rotta delle spezie si cela il percorso via mare verso l'India. Durante il medioevo la sua scoperta fu pari ad una rivoluzione.

L'importanza della via delle spezie

Le spezie vengono scambiate già dai tempi antichi. Grazie alle campagne di Alessandro Magno, che si sono spinte fino ai confini dell'India, spezie come il pepe e la cannella divennero sempre più conosciute e popolari in Europa. Le spezie sono state sempre molto costose ma il loro prezzo è esploso sopratutto nel tardo medioevo. 

Dal X secolo, il commercio delle spezie era in mani arabe. A quel tempo, le spezie venivano portate solo per via terrestre dal territorio arabo in Europa. Su questa via la merce viaggiava da un intermediario all'altro fino all'arrivo in Europa, dove il suo costo era spesso centro volte il prezzo originario.  

Per bypassare i costosi intermediari, i commercianti cominicarono a cercare di trovare una rotta marittima diretta ai paesi da cui provenivano pepe, cannella e noce moscata. 

Queste considerazioni hanno portato la corona portoghese ad inviare una spedizione esploratrice. Nel luglio del 1497, il nobile Vasco Gama cominciò ad esplorare la rotta verso l'india, per trovare le spezie.

Il percorso

Da Gama salpò da Lisbona a Capo di Buona Speranza. Fino a lì infatti le rotte marittime erano già state esplorate da altri navigatori portoghesi. Vasco da Gama continuò sulla costa orientale dell'Africa per continuare poi sul mar Arabico e finire nelle Indie Occidentali.

Dopo aver navigato intorno all'India e la regione del Ceylon raggiunse il Golfo del Bengala e lo Stretto di Malacca attraversando Sonda e Banda, infine arrivò sulle Isole delle Spezie.

Durante questo viaggio, nel 1498 Da Gama ed i suoi uomini furono i primi uomini europei a navigare la costa indiana di Malabar. Da Gama concluse accordi commerciali in India e tornò a Lisbona nel 1499 con la nave carica di spezie. 

L'impatto di questa scoperta

Nel giro di pochi decenni la metà del commercio delle spezie asiatiche si spostò su questo percorso marittimo che presto divenne la rotta delle spezie. 

Lo stesso Da Gama fu nominato lo stesso è stato nominato nell'alta nobiltà dalla corte reale portoghese e infine, nominato viceré dell'India. Il suo viaggio ha gettato le basi per il monopolio portoghese delle spezie che tra il 1506-1570 rese profitti estremi. E' stato anche una delle scintille che hanno portato alla colonizzazione, in quanto anche le altre grandi potenze europee hanno voluto trarre vantaggio dalle opportunità di fare profitto.